RATEIZZAZIONI PREVISTE DALL’AEEG

RATEIZZAZIONI

Ogni bolletta va di norma pagata per intero entro la scadenza.

Ai sensi della Delibera 229/01 e s.m.i. dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, rateizzazioni possono concedersi su richiesta e prima della scadenza della bolletta, con tasso di interesse applicato pari al Tasso Ufficiale di Riferimento o T.U.R. (rif. art. 2 D.Lgs. 24 Giugno 1998, n. 213), nei seguenti casi:

  • per clienti con consumi fino a 5000mc/anno, qualora la bolletta di conguaglio sia superiore al doppio dell’addebito più elevato fatturato nelle bollette stimate o in acconto ricevute successivamente alla precedente bolletta di conguaglio
  • per tutti i clienti ai quali, a seguito di malfunzionamento del gruppo di misura per causa non imputabile al cliente, venga richiesto il pagamento di corrispettivi per consumi non registrati dal gruppo di misura
  • per i clienti con un gruppo di misura accessibile a cui, a causa di una o più mancate letture, sia richiesto il pagamento di un conguaglio

Sarà concordata una data per il necessario sopralluogo cui seguirà la predisposizione del preventivo di spesa.

Per utenti già allacciati alla rete di distribuzione, è sufficiente stipulare il contratto per la fornitura, in base alle seguenti indicazioni, e richiedere contestualmente l’attivazione della stessa, secondo le nuove norme emanate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (vedi sezione Accertamenti della Sicurezza post contatore)

Chiarimento: La bolletta è a conguaglio nel caso in cui chiude un periodo di consumo in presenza di lettura effettiva rilevata presso il misuratore (anche autolettura). In mancanza di lettura effettiva, la bolletta è in acconto e il consumo viene di norma attribuito mediante una stima legata al consumo dell’utente stesso nell’ultimo anno, calcolato andando a ritroso a partire dalla data della lettura presunta. In mancanza di letture, il consumo è attribuito in relazione alla media dei consumi associabili alla categoria d’uso cui si riferisce l’utenza.