Ritardi nel pagamento e morosità

RITARDI NEL PAGAMENTO DELLE BOLLETTE
Ogni bolletta va pagata per intero entro la scadenza.

Ai sensi della Delibera A.E.E.G. 229/01 e s.m.i., per ritardi nel pagamento si applicano interessi di mora, per i clienti in servizio di tutela calcolati su base annua pari al Tasso Ufficiale di Riferimento o T.U.R. (rif. art. 2 D.Lgs. 24 Giugno 1998, n. 213), aumentato di 3,5 punti percentuali, ovvero secondo le previsioni contrattuali per i clienti su mercato libero.

COSTITUZIONE IN MORA
In caso di mancato pagamento, anche parziale, della bolletta, SEI Energia darà corso alle azioni di recupero del credito, secondo quanto stabilito dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) con i testi Integrati TIMOE (Testo Integrato Morosità Elettrica) e TIMG (Testo Integrato Morosità Gas).
Tali testi integrati prevedono che, a seguito del mancato pagamento delle fatture, il cliente moroso verrà costituito in mora mediante invio di una comunicazione scritta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o a mezzo Pec, con la quale si chiederà il pagamento dell’insoluto.
I clienti dovranno provvedere al pagamento entro 40 giorni dalla data di notifica della comunicazione di messa in mora. Trascorsi 3 giorni lavorativi dalla scadenza del predetto termine, SEI Energia richiederà alla Società di Distribuzione la sospensione della fornitura per morosità.
Per i soli clienti elettrici in bassa tensione, l’intervento di sospensione della fornitura sarà anticipato da un periodo di 15 giorni di riduzione dell’85% della potenza disponibile del contatore.
Inoltre, al cliente finale verrà richiesto, ove previsto, il pagamento dei corrispettivi delle spese relative alle attività di sospensione o riattivazione della fornitura.
Per evitare o interrompere suddetta procedura è necessario che venga documentato l’avvenuto pagamento mediante l’invio di copia del relativo bollettino via e-mail all’indirizzo ufficiolegale@seienergia.it o al numero di fax 0971-1778005.

Atlante per il consumatore
(Luce)
(Gas)

INDENNIZZI AUTOMATICI
In caso di mancato rispetto delle disposizioni previste dal TIMOE e dal TIMG, SEI Energia sarà tenuta a corrispondere al cliente finale gli indennizzi automatici, direttamente o in occasione della prima fattura utile.
In particolare, il cliente avrà diritto ad un indennizzo automatico di importo pari a:
1. 30 euro nel caso in cui la fornitura sia stata sospesa per morosità, o sia stata ridotta la potenza disponibile, senza preventivo invio al cliente della comunicazione di costituzione in mora.
2. 20 euro nel caso in cui la fornitura venga sospesa per morosità, o sia stata ridotta la potenza disponibile, in caso di:
a. il mancato rispetto del termine ultimo entro cui il cliente è tenuto a provvedere al pagamento;
b. il mancato rispetto del termine minimo tra la data di scadenza del termine ultimo di pagamento e la data di richiesta all’impresa distributrice per la sospensione della fornitura o riduzione della potenza.

Atlante per il consumatore
(Luce)